La Missione Educativa

 < Attività
La Missione Educativa

TORINO - Istituto Madre Cabrini - Via Artisti, 4

S. ANGELO LODIGIANO (Lo) - Scuola Madre Cabrini - Piazza Mons. Nicola De Martino. 5

La Missione Educativa e i Pensionati Universitari

Nello spirito di Santa Francesca Cabrini, le Missionarie del Sacro Cuore da 130 anni svolgono attività educative per bambini, adolescenti e giovani. L’educazione ha come centralità la persona e cura il suo sviluppo integrale mirando alla formazione della mente e del cuore per una armonica crescita umana, intellettuale e spirituale.

Nel processo educativo vengono coinvolte le famiglie, il quartiere, la Parrocchia e la missione internazionale perché gli alunni e le alunne crescano nella conoscenza del mondo missionario, aperti alle diverse culture a cui possono accedere mediante lo studio delle lingue, lo scambio di esperienze, la partecipazione alle attività di solidarietà e soprattutto, la condivisione della vita scolastica con alunni ed alunne provenienti da altri Paesi.

I Pensionati Universitari

Nel 1906, Santa Francesca Cabrini in una interessante lettera alle ragazze universitarie del Magistero che erano ospitate nel Pensionato Universitario di Roma, così scriveva: “Mie buone figliole, fate che la vostra non solo sia una scuola di letteratura, di scienza, di matematica, di storia, ma di costumi, di soda morale cristiana, e avrete così reso un grande servigio, non solo alla religione, ma alla patria vostra, e contribuirete grandemente all'effettuazione del voto che è di tutti in questi giorni, in cui tanti figli d'Italia emigrano all'estero, quello cioè di rendere la nostra patria onorata e rispettata presso le altre nazioni.”

L’attenzione di Madre Cabrini per i suoi figli emigranti si svolgeva su vari fronti, non solo lei e le sue Missionarie dovevano avere chiaro l’obiettivo per cui lavoravano, ma anche le persone con le quali venivano a contatto, in qualsiasi modo, dovevano essere contagiate dal suo spirito missionario. In tal modo i Pensionati Universitari devono essere un modo, a volte indiretto, a volte più esplicitamente, di far vivere alle giovani laureande il senso profondo della missione a cui sono chiamate attraverso la professione. Prova di questa possibilità, ne sia che il Pensionato di Milano del 1884, fondato dalla stessa Madre Cabrini, aveva contagiato varie decine di giovani che poi divennero ottime Missionarie del Sacro Cuore. Oggi, siamo in situazioni e tempi diversi, ma l’ideale di Madre Cabrini cerca ancora di penetrare tra i tanti stimoli a cui i giovani sono soggetti. E’ un mezzo per essere vicini, comunque, al difficile mondo delle giovani professioniste.